Monte Argentario e Porto Santo Stefano

Collocato nel Sud della Toscana, in una piccola “isola” attaccata alla terra ferma da una lingua di terreno, il Monte Argentario rappresenta una meta turistica molto frequentata in Toscana e decisamente particolare nel suo genere.

Alla scoperta del Monte Argentario ed i suoi dintorni

La zona è ricca di spiagge ed attrazioni prese d’assalto nel periodo estivo, i turisti iniziano ad arrivare nella zona già dai primi mesi caldi dell’anno. Anche ad aprile è possibile trovare tante persone che spezzano la propria quotidianità anche solo per un weekend arrivando al Monte Argentario in cerca di un po’ di relax e divertimento per una fuga dalla città.

In realtà la maggior parte dei turisti non si ferma sul Monte Argentario, bensì raggiunge il posto per poi arrivare e fermarsi qualche notte nelle località limitrofe.
Una su tutte è Porto Santo Stefano, un porto turistico che si estende per tutto un versante del Monte Argentario e racchiude la vera essenza del turismo in un unico posto.
Qui si possono trovare la sera molti ristoranti e pub differenti, i locali aprono le proprie verande e danno ospitalità alle migliaia di persone che affollano il lungomare del porto che si estende per diversi chilometri. Trovare parcheggio nelle sere di agosto è quasi impossibile, nonostante i prezzi per sostare con la propria auto sono veramente alti, potreste rischiare di passare anche 1h nel traffico per fare pochi chilometri. Questo ad indicare la bellezza e la particolarità del porto che fanno di esso una meta turistica per eccellenza! Ma non disperate per parcheggi e fila, potreste sempre parcheggiare un po’ più lontani e godere di una bellissima passeggiata sul lungomare.
Proprio da Porto Santo Stefano partono anche diversi traghetti diretti sulle tante isole vicine della Toscana.
La più gettonata e poco distante è quella del Giglio, divenuta ancor più famosa dopo le vicende del Capitano Schettino. Racchiude tantissima cultura e bellezza in pochissimi chilometri da esplorare tra natura, spiagge e scogliere. Parlarne è anche riduttivo, l’unico modo valido è andare di persona a visitarla e capire effettivamente cosa vedere sull’isola del Giglio per viverla in pieno e comprendere la sua bellezza!
Oltre a quella del Giglio in realtà le isole raggiungibili da Porto Santo Stefano sono veramente tante, si possono trovare anche traghetti che effettuano delle mini crociere per visitarne più di una in un’unica giornata. Ma parlando del Monte Argentario è di obbligo consigliare quella vicina del Giglio, per la quale è possibile prenotare anche dei trasferimenti in un’unica giornata da mattina a sera.

Se amate l’arte del camping in tutte le sue sfaccettature in realtà è presente una zona vicina al Monte Argentario dedicata quasi esclusivamente a campeggi ed aree camper, stiamo parlando della zona di Giannella ed Orbetello, qui è presente una delle lingue di terra che collegano il Monte Argentario alla terra ferma e precisamente a partire dalla zona di Giannella è possibile prendere una strada che si estende fino al parco Naturale del wwf di Orbetello, in questa via estesa per diversi chilometri si possono trovare su entrambi i lati tantissimi campeggi, molti dei quali sono veri e propri villaggi turistici. Qui l’estate è quasi impossibile trovare una piazzola o un bungalow liberi. Il posto è poco distante sia dal Lazio che dalla Toscana ed i turisti provengono da tutta l’Italia per godere il bellissimo mare, la bella vita ed il divertimento del Monte Argentario e dintorni, ed i campeggi spesso sono il giusto compromesso per rilassarsi, far conoscenze e divertirsi tutto il giorno in vacanza.

Insomma, il Monte Argentario e tutte le zone limitrofe, rappresentano una località turistica di grande valore, tra gite ed escursioni giornaliere, crociere verso le isole vicine e divertimento tra pub e locali, qui di certo non ci si annoia! Se ancora non ci siete mai stati, prendete in considerazione questa località anche solo per un weekend, non ve ne pentirete!