Le cose da vedere a Roma in 24 ore

Roma è una città enorme, uno dei comuni più vasti d’Europa, non basterebbe una vita per visitarla tutta, ma se abbiamo soltanto 24 ore a disposizione ecco la guida che fa per voi. Cercheremo di condensare il meglio della capitale dal punto di vista turistico, le cose imprescindibili da vedere in una sola giornata. Preparatevi quindi ad un tour de force, mettetevi scarpe comode e partiamo.

Il luogo di partenza sarà la stazione Termini, la più grande d’Italia, da qui arrivano collegamenti da tutta la penisola. È considerato un luogo strategico, perché ci passano anche le due metropolitane, la linea A la linea B e tantissimi bus che si diramano per le strade della città eterna. A noi interessa vedere più cose possibili nel giro di una giornata quindi, uscendo dalla stazione , iniziamo ad imboccare via Cavour.

Questa strada in discesa arriva direttamente a via dei fori imperiali , il punto centrale dell’antica Roma, lì dove c’era il cuore pulsante della società. Prima di arrivare però, ci vogliono almeno 900 m di camminata, sulla destra non dobbiamo perderci la visita a uno dei quartieri più caratteristici di Roma, ovvero il rione Monti. Si tratta dell’antica Suburra, luogo dove si mischiavano gli affari di prostitute e faccendieri nell’antica Roma, lì dove è nato anche Giulio Cesare.

Oggi si passeggia tranquillamente tra vie strette e pedonali, tra ristorantini caratteristici e bar. Si respira l’aria popolare di una Roma che non c’è più, quella papalina e ottocentesca. Proseguendo giù per via Cavour si giunge quindi alla maestosità imperiale roma.

A sinistra possiamo ammirare il colosseo mentre diritti a noi troveremo i fori imperiali. Ovviamente non basta una giornata per visitarli attentamente ed interamente, però noi abbiamo poco tempo. Usciti dai fori imperiali ci dirigiamo verso destra a Piazza Venezia dove c’è il monumento ai caduti, il Milite Ignoto detto anche Vittoriano. Tutto realizzato in marmo alla fine dell’800 è amato e odiato dai romani per la sua forma.

Dietro c’è il Campidoglio, la scalinata dove si ammira una terrazza, una delle migliori panoramiche di Roma, direttamente sui fori. Qui ha sede l’ufficio del sindaco di Roma, ma ci sono anche gli splendidi musei capitolini, dove è custodita la statua  originale di Marco Aurelio. Uscendo dal Campidoglio e dirigendoci in via del Corso arriviamo al Parlamento (sulla sinistra) , splendida piazza, quella di Montecitorio.

Proseguendo verso il Tevere incontriamo il Pantheon . Passeggiando tra le vie strette ci ritroviamo di fronte una piazza con quest’enorme ed impressionante mausoleo . A seguire Piazza Navona, quella che una volta era la sede circense degli spettacoli romani. Oggi è una splendida piazza barocca adornata dalla centrale fontana dei tre fiumi di Bernini.

Tornando indietro sui nostri passi e passando di nuovo il Pantheon dall’altra parte di via del Corso c’è la fontana di Trevi, una meraviglia del cinquecento. Continuando avanti troveremo Piazza di Spagna e la scalinata di trinità di Monti,. Saliamola, quando terminano i gradini andiamo verso sinistra, dopo un po’ci ritroviamo al Pincio, altra terrazza panoramica che affaccia direttamente su piazza del Popolo. Molti di voi saranno già stanchi e per riposare potremmo sfruttare l’adiacente Villa borghese, con il famoso laghetto. Se abbiamo ancora forze possiamo attraversare il Tevere, andare dall’altra parte per visitare la splendida basilica di San Pietro, la più grande del mondo.  Le cose da vedere sono tante altre, ma l’essenziale è stato fatto.