3 cose che scoprirai la prima volta che visiterai Venezia

Quando si parla di Venezia la prima cosa che viene in mente è la meraviglia unica al mondo del Canal Grande e della incredibile struttura architettonica costruita letteralmente sull’acqua.

È una città rara che attira centinaia di visitatori da ogni parte del mondo e che offre divertimento e bellezza per tutti i tipi di turisti, famiglie incluse. Ma è anche la città dell’arte per eccellenza, nonché il posto più romantico al mondo. Venezia conta quasi trecentomila abitanti ed è il Capoluogo del Veneto.

È anche il primo comune per popolazione e l’undicesimo in Italia. Si estende su una superficie insulare articolata su terraferma e laguna. Per ben 1100 anni è stata la Capitale della Serenissima Repubblica di Venezia ed è conosciuta per le sue peculiari bellezze che fanno parte dei patrimoni Unesco. È anche la città dei record turistici dato che è la seconda città italiana dopo Roma con il più elevato flusso di visitatori, quasi maggiormente provenienti dall’estero. Per questo non dovrai far altro che organizzare il tuo soggiorno in strutture confortevoli e con un buon rapporto qualità-prezzo, in strutture come quelle offerte da Best Western, in modo da prenotare un hotel a Venezia e prenderti il tempo che ti serve per scoprirne tutte le bellezze.

Potrebbe interessarti leggere Cosa fare a Venezia in un giorno

1. Non solo canale: il centro ti ammalierà

Tutto il turismo di Venezia punta a mostrare le bellezze che sorgono sul Canal Grande anche perché, obiettivamente, sono un vero e proprio spettacolo paesaggistico. La vista del canale e dei palazzi affacciati sull’acqua è il motivo per cui in città arrivano un numero sempre crescente di turisti e curiosi ma è chiaro che non è l’unica attrazione della città. Difatti potrai farti un giro per le vie della terraferma del centro dove scoprirai le bellezze del ghetto, le oasi e i giardini nascosti dei palazzi. Troverai negozi incredibili, piccole sale espositive d’arte, botteghe artigiane e una marea di testimonianze storiche di grande lustro. Quindi prenditi il tempo per visitare ciò che si affaccia sul canale ma non dimenticare l’importanza dei sestieri che hanno fatto la storia della Repubblica Marinara più importante del nostro Paese.

2. L’accoglienza è calorosa in ogni momento dell’anno

I pregiudizi sugli abitanti delle città, in Italia, sono spesso motivo di scherno e battute divertenti. Si tratta di un modo di dipingere le diversità culturali del nostro Paese che spesso dà concezioni sbagliate delle persone, come nel caso di Venezia. Difatti sono spesso collocati nell’immaginario collettivo come un popolo di naviganti, rude e tenebroso. A dipingerli così è stata l’icona simbolica delle città, quella della figura del gondoliere che trasporta i turisti in giro per il canale. Eppure tutte le persone che vanno in visita a Venezia raccontano di come siano stati accolti generosamente e con calore sin dal primo arrivo in città. Il dialetto potrà sembrare difficile da capire e addirittura scontroso ma è anche vero che dietro quel modo di fare un po’ burbero si cela un popolo accogliente e preparato a gestire gli immensi flussi di turisti.

3. Tutti portano rispetto all’arte

Venezia è soprattutto una città d’arte per cui non è raro trovare gruppi organizzati di turisti che si lasciano guidare da personale esperto per comprendere appieno la sua grandezza artistica. Per questo chi la visita è tenuto a rispettarne le bellezze, le strade e qualsiasi posto avrà la possibilità di frequentare. A Venezia l’arte si ammira con lo sguardo, con il silenzio e con il rispetto.